E sopra il bosco quando fa sera

Un vento nero fa frusciare le foglie
che respirano confuse
e una rondine, tremando,
nel cielo oscuro traccia un cerchio.

Il crepuscolo che avanza
discutendo in silenzio
nel mio cuore tenero e morente
con il raggio che per ultimo sparisce.

E sopra il bosco quando fa sera
s’alza una luna di rame;
perché mai così poca musica,
perché mai un tale silenzio?

Osip Mandel’stam

Di Osip Mandel’stam potremmo raccontare molto. Questo molto non è tanto un insieme di dati biografici e storico-letterarii, quanto di suggestioni, scene immaginate, entusiasmi, aria di luoghi mai visti divenuti quasi reali, a forza di pensarci, per il semplice fatto che lui li abbia pronunciati, scritti, in qualche sua poesia. E sono città della Russia o luoghi di confine –e confino, il suo, nomi di monti, boschi o fiumi, nomi di continenti.
Col rimpianto di non saper leggere il russo, ci siamo esposti alla forza adamantina, dura e lucente, della sua lingua, che riesce ad affiorare anche dalle traduzioni, ci siamo esposti alla sua scelta di parole, al suo attingere dalla natura e dal paesaggio in maniera naturalistica e sensoriale, alle sue esclamazioni e alle domande, ai versi che hanno la cadenza ora di moniti ora di profezie, alle descrizioni intuitive, al vocabolario minuzioso degno di un catalogatore, alla lungimiranza epica e alla concretezza del viandante.
Le poesie di Mandel’stam hanno sempre il sapore del viaggio, del movimento di chi si allontana o di chi torna o della stasi tesa di chi è altrove e osserva quello che ha intorno: questo ci piace più di tutto.
E gli ultimi due versi della poesia sopra, di un’esattezza senza tempo e per ogni tempo, anche questo.

E qui un’altra sua poesia:

Stiamocene un po’ in cucina assieme;
l’aria è dolce di bianco cherosene;

un coltello  tagliente e una pagnotta…
Se vuoi, prepara ben bene il fornello;

altrimenti raduna e intreccia corde:
prima dell’alba fa’ una grande sporta;

fuggiamo alla stazione, ad un binario
ove nessuno ci possa trovare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: